Agenzia Viaggi Terraxe Isola d'Elba

Isola d'Elba

Isola d'Elba

isola d'elba by www.isoladelba.ca

L'Isola d'Elba è stata teatro di grandi eventi: non esiste civiltà del Mediterraneo che non abbia lasciato tracce rilevanti dei proprio passaggio. Natura, arte e cultura millenaria creano un'atmosfera unica, rievocano scenari straordinari, frutto di incontri tra popoli diversi.

Per gli Etruschi l'Elba costituì un'inesauribile fonte di ricchezza: già nell'VIII sec. A. C. sfruttavano le miniere ed esportavano il ferro in tutto il bacino del Mediterraneo, ricavandone enormi ricchezze. Sorsero così i forni che giorno e notte fondevano i minerali con alti bagliori e, come narra Aristotele, dettero origine al nome Aethalia (scintilla), attribuito all'Elba dai navigatori greci. Segni indelebili impressero i Medici a Portoferraio (in onore di Cosimo dei Medici la città si chiamò Cosmopoli) e gli Spagnoli, che eressero di contro la fortezza di S. Giacomo e Forte Focardo a Porto Azzurro.

 Nel XVIII secolo l'Elba fu contesa da Austriaci, Tedeschi, Inglesi e Francesi con frenetiche trattative diplomatiche o accanite battaglie, finché fu assegnata in "piena proprietà e sovranità" a Napoleone Bonaparte che, in 10 mesi di governo, lasciò impronte significative: costruì strade, riorganizzò l'economia mineraria, incrementò la produzione e l'esportazione dei vino.

Campo nell'Elba

Rappresenta uno dei centri più rinomati del turismo isolano, ribattezzata la "piccola Viareggio", per l’ampia spiaggia dalla sabbia finissima, la fertile pianura antistante il golfo, lo sfondo di monti, l’attrezzatura alberghiera e turistica che consente di praticare tutti gli sport acquatici.

Capoliveri

Posto su un poggio nella parte settentrionale del Monte Calamita, a 127 metri sul livello del mare, il paese si affaccia sul golfo di Porto Azzurro da un lato e sul golfo Stella dall’altro.

Marciana

Il paese è situato alle pendici del Monte Capanne, a 350 metri sul livello del mare. Qui pianura, collina, montagna e mare formano i contrasti naturali dell’Isola. All’interno del paese il Museo Archeologico, le Porte medievali di accesso al paese, il centro a gradoni, la Fortezza pisana, la Casa dei principi Appiani con la fonderia e la zecca dove coniavano le monete, una piccola chiesa padronale ed il giardino; la Chiesa di San Niccolò, "Casa Vada" (dove soggiornò la madre di Napoleone durante la sua permanenza al santuario della Madonna del Monte) e la Chiesa di San Lorenzo, romanica, distrutta dai turchi nel 1554.

Marciana Marina

Il golfo di Marciana Marina possiede un piccolo molo con una torre circolare in pietra, detta pisana o medicea perché costruita dai pisani nel secolo XI a difesa dei saraceni ed appartenuta in seguito ai Medici. Grazie al suo attrezzato porto turistico, al bellissimo lungomare ornato da un filare di tamerici, ai suoi giardini ed alla flora tipicamente mediterranea è ritenuta una delle località balneari più famose.

Porto Azzurro

Nuovo nome di Portolongone, paese collocato ai piedi del promontorio culminante nella fortezza di Longone, detta anche di S. Giacomo, edificata da Filippo II di Spagna nel 1563. Il piccolo centro, porto turistico che si affaccia sulla maggiore insenatura del versante orientale, ha un aspetto pittoresco, con stradine in salita, piccole facciate in pietra, angoli suggestivi e una piazza grande, che si specchia nelle acque del porto.

Portoferraio

E' attualmente il porto principale dell'isola. Il suo centro storico conserva un sapore paesano, pittoresco, con vecchie case e balconi fioriti, viuzze strette e piazzette panoramiche. Alcuni monumenti, anche se non di eccelso valore artistico, hanno la loro importanza. La chiesa Parrocchiale, voluta dal granduca Cosimo I; il palazzo Comunale, con la sua fornita biblioteca. E poi ancora la Città Medicea con le Fortezze d’attacco, il Forte Falcone, il Forte Stella e la torre della Linguella, nei cui pressi si possono ammirare le rovine di una villa romana ed il Museo Archeologico

Rio Marina

Secondo porto dell'Elba, collega l'Isola con Piombino in soli 40 minuti di traghetto. Con Rio Marina entriamo nella zona mineraria dell’Isola, caratterizzata dal colore rossastro dell’ossido ferroso che tinge i monti e dalle erosioni delle miniere a cielo aperto. Da visitare, nel centro abitato, l’oratorio di S. Rocco, fatto costruire nel secolo XVI dal principe di Piombino. La torre ottagonale sul porto, venne edificata per volere degli Appiani intorno al 1500, mentre l’orologio nella parte superiore risale alla fine dell’800.

Rio nell'Elba

Antico borgo medievale, arroccato su un colle a ca. 178 metri sul livello del mare, è uno dei paesi più ricchi di storia e di tradizioni di tutta l’isola. Fin dalla preistoria costituì un importante centro minerario. Di particolare rilevanza la piazzetta della Chiesa di Santa Trinita (XI sec.), la fortezza di S. Giacomo, il centro con le sue caratteristiche viuzze, i vecchi lavatoi.

Powered by Isola d'Elba Vacanze e Turismo